by YourBoost srls

Il miglior modo per definire il Personal Branding

Per definire il Personal Branding è necessario partire dalla definizione di marchio (brand) che viene definito da Wikipedia come “l’attività con cui prima si consapevolizza e poi si struttura la propria marca personale”

Se partiamo da tale definizione è semplice capire come il “Personal Branding” consiste in uno sforzo da parte di un professionista di distinguersi nel mercato ultra-competitivo di oggi.

Personal Branding

Quali sono i vantaggi del Personal Branding?

Secondo una ricerca McKinsey, i marchi forti hanno dimostrato di superare per 73 volte su 100 i concorrenti meno riconoscibili.

Tutto questo si traduce in:

  • Migliore reputazione per la tua qualifica professionale
  • Capacità di influenzare gli altri
  • Aumento delle tue vendite

Perché devi investire del tempo nel tuo Personal Brand

Nella tua attività di personal trainer, ti è spesso capitato di imbatterti in clienti che hanno obiettato sul valore da attribuire alle tue performance.

Loro hanno bisogno di te ma il prezzo lo fissano loro. Ti è sicuramente successo una volta nella vita, come ti sarà successo che non sei stato scelto per lo stesso motivo: il prezzo.

La trappola del prezzo

Cosa ti viene in mente se ti dico che su LinkedIn ci sono quasi 23.000 personal trainer Italiani che competono con te alla ricerca di un cliente?

Qual è stato il tuo primo pensiero?

Probabilmente hai pensato “devo abbassare il prezzo”; ci sono veramente troppi personal trainer nella mia zona per cui non posso ambire alla tariffa che mi ero prefissato.

Il prezzo è una “trappola” ed ecco che il Personal Brand diventa l’unico modo per svincolarsi da essa.

Uscire dalla trappola del prezzo

Ti diamo ora alcune indicazioni “preziose” per poterti svincolare dalla “trappola” del prezzo

  1. Definisci il tuo posizionamento sul mercato
  2. Utilizza delle parole chiave
  3. Crea o ottimizza il tuo profilo su LinkedIn
  4. Crea un blog e/o un v/blog

In questo articolo andremo ad esaminare in particolare il primo aspetto ovvero definisci il tuo posizionamento sul mercato.

Definisci il tuo posizionamento sul mercato

Probabilmente preso dalle schede dei clienti, dai tuoi allenamenti e da mille altre cose non hai mai pensato a definire bene il tuo “posizionamento” sul mercato.

Di cosa stiamo parlando? Del fatto che tu non puoi essere il personal trainer di tutti, devi definire il tuo pubblico, audience, al fine di poterlo coinvolgere maggiormente.

Conosci il tuo pubblico? Sai le sue esigenze? Ne conosci le aspettative?

La risposta a queste tre semplici domande ti permette di creare un canale diretto con il tuo prospect o cliente (noi in Inbound Marketing lo chiamiamo Buyer Persona).

Il posizionamento

Ma torniamo al posizionamento e definiamo bene qual è la tua proposta di valore ovvero per cosa vuoi che il pubblico ti conosca ovvero cosa puoi offrire al tuo pubblico che gli altri non offrono.

La tua proposta di valore riguarda te ma non è per te, è per il tuo pubblico, non scordarlo mai.

Se non sei sicuro di ciò che ti rende diverso, dedica un po’ di tempo alla ricerca dei tuoi pari e rifletti sulle tue convinzioni e passioni. Per cosa vorresti/potresti essere conosciuto differenziandoti dagli altri?

Esempio

Qui di seguito trovi un esempio di come potresti far evolvere il tuo posizionamento sul mercato

Prima: “Sono un personal trainer con oltre 15 anni di esperienza sul mercato”

Dopo: “Sono un personal trainer con esperienza in campo tennistico amatoriale, ho portato diverse decine di atleti a vincere competizioni non agonistiche anche nazionali “

Cosa ne pensi? La noti la differenza?

Risultato o chiave di lettura

Ti diamo una mano noi.

La versione “dopo” è quella ovviamente più incisiva perché riferita ad un pubblico ben preciso. Essa aiuta la Buyer Persona (l’audience/pubblico) a capire che è il personal trainer con cui potrebbe interloquire e capisce da subito se è adatto alle sue esigenze (ti preghiamo di notare con attenzione i termini che utilizziamo in questo articolo, esigenze ovvero bisogni; sono questi quelli che devi vendere), di tennista amatore.

In questo modo ti sei posizionato, hai escluso tutti i non tennisti, ma per la tua Buyer Persona sei molto prezioso.

Come definire quindi, il tuo posizionamento sul mercato?

In termini di struttura e formato segui le seguenti linee guida:

  1. Più corto è meglio è. Una frase coincisa è l’ideale, diventerà il tuo mantra (payoff)
  2. Usa verbi per spiegare come lo fai, non utilizzare nomi per spiegare cosa fai
  3. Evita parole abusate: motivare, strategiche, ecc.
  4. Evita il gergo del tuo settore, non è detto che lui lo conosca

Concludendo

Creare il proprio personal brand è come allenarsi, è una attività affascinante e propedeutica alla quale ti devi dedicare se vuoi emergere dalla massa.

Trova il tuo posizionamento nel mondo dei Personal Trainer

Definisci la tua offerta di valore

Se ritieni l’argomento interessante ci risentiremo prossimamente per ulteriori approfondimenti.

Vorresti partecipare ad un workshop sul personal branding?

SCRIVICI SUBITO!
CHIAMACI SUBITO!