by YourBoost

Un bel lato B, richiede un’attenzione particolare ai glutei

Chi non vorrebbe un bel lato B! Ma per averlo è necessario sapere che ci sono dei muscoli, chiamati glutei, che devono essere sodi e forti non solo per motivi estetici, ma perchè hanno funzioni importanti per il nostro corpo.

I glutei ricoprono la zona posteriore e laterale del bacino, andando ad inserirsi sul femore.

Non sono muscoli semplici, ma, partendo dal basso, si dividono in gluteo:

  • massimo o grande
  • medio
  • minimo o piccolo
glutei

Perchè i glutei sono importanti?

Non ci pensiamo mai, ma è anche grazie a questi muscoli che possiamo alzarci da una sedia, salire le scale o percorrere una strada ripida, perchè lavorano in sinergia permettendo alle gambe di muoversi e ruotare, di distendere i fianchi e di ruotare il bacino.

Il gluteo massimo o grande, si chiama così perchè è il più grande e potente di tutto il corpo!

Il problema è però che i glutei, sono anche chiamati, muscoli pigri, perchè sono normalmente poco sollecitati e questo capita soprattutto a chi fa vita “sedentaria”, per l’appunto: lavorando molte ore a sedere i glutei restano inutilizzati e sono i muscoli lombari a lavorare al loro posto, provocando mal di schiena, male ai fianchi o addirittura dolori alle ginocchia.

C’è poi un secondo fattore da tenere ben presente e con il quale dobbiamo sempre fare i conti: la forza di gravità, che non perdona e solo i muscoli ben allenati e scolpiti possono sconfiggerla!

I muscoli del lato B sono rivestiti da uno strato di grasso, certamente protettivo in caso di cadute e lo sa bene chi pratica sport come il pattinaggio oppure la ginnastica artistica, ma il volume, la proiezione e la posizione lo rendono più vulnerabile e più soggetto alla perdita di tono, oltre che ad inestetismi.

glutei posing corso

La forma del lato B!

Esistono varie forme del lato B, che dipendono principalmente dal patrimonio genetico di ognuno di noi, ma anche dalle abitudini alimentari, dallo stile di vita e dall’attività sportiva che si pratica.

Queste sono alcune forme:

  • a cuscino: abbondante, sporgente e morbido, tipico delle donne prosperose. Per tonificarlo servono esercizi appositi come squat e step.
  • a pomodorino: piccolo, non molto formoso, quindi senza un filo di grasso, tonico e sodo. E’ quello delle top model di intimo, praticamente perfetto!
  • a pesca: rotondo, sodo e alto, tipico di un corpo ben allenato, che necessita esercizi di mantenimento come squat e affondi.
  • a cuore: detto anche “a pera”, tipico della donna mediterranea, con la parte inferiore più larga di quella superiore, morbido e sensuale se equilibrato al resto del corpo, ma per mantenerlo al top richiede attività anaerobica e camminata veloce.
glutei cibo

Alcune regole alimentari per avere un bel lato B

Per mettere a punto un menù che “sostenga” i glutei è necessario ricordarsi che sono muscoli, quindi è fondamentale avere un’alimentazione sana.

Si devono nutrire i muscoli con il giusto apporto qualitativo e quantitativo di proteine, meglio se sono aminoacidi essenziali, utili a costituire e mantenere la massa magra e che aiutano anche a combattere la ritenzione idrica e la cellulite, privilegiando un’alimentazione a base di alimenti come:

  • uova
  • carni, ma bianche
  • pesce soprattutto azzurro così ricco di Omega 3

Questi acidi grassi essenziali migliorano visibilmente il tono della pelle e incidono positivamente sul benessere generale dell’organismo, aumentando indirettamente il metabolismo che serve per perdere il grasso in eccesso.

Per informazioni sugli esercizi più adatti per i glutei

SCRIVICI SUBITO!
CHIAMACI SUBITO!